play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
chevron_left
  • cover play_arrow

    ASCOLTA LA DIRETTA

News

Pasqua e pasquetta in Puglia: cosa è consentito fare e cosa no

today 143

Background

 

Pasqua e pasquetta in zona rossa.

Nei tre giorni delle vacanze pasquali — 3, 4 e 5 aprile — tutta l’Italia entra in zona rossa. Ci sono però misure e deroghe per seconde case e visite a parenti e amici. Ecco quello che si potrà fare e come sarà la Pasqua ancora in emergenza da Covid 19.

Regole rigide sì, ma anche qualche concessione su spostamenti, visite a parenti e amici e seconde case.

Vi spieghiamo di seguito cosa prevedono le regole per Pasqua e Pasquetta in vigore fino al 6 aprile.

 

  • COPRIFUOCO DALLE 22 ALLE 5

In ogni regione rimane il coprifuoco già in vigore. Il coprifuoco resterà invariato tra le 22 e le 5, salvo motivi di lavoro, di salute o urgenze, da giustificare con l’autocertificazione.

  • SPOSTAMENTI

Rimane in vigore il divieto di spostamento tra le regioni. E’ possibile spostarsi dalla regione di residenza solo per motivi di lavoro, di salute o per urgenze. In questo caso, gli spostamenti vanno giustificati con l’autocertificazione.

  • SECONDE CASE

Per quanto riguarda le seconde case è consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, compreso il rientro nelle ‘seconde case’ ubicate dentro e fuori Regione. Può andare soltanto il nucleo familiare e solo se la casa non è abitata da altri. Inoltre bisogna dimostrare di essere proprietari o affittuari da una data antecedente il 14 gennaio 2021.  In Puglia è vietato andare nelle seconde case anche ai residenti.

 

  • VISITE A CONGIUNTI E AMICI

Sì alle visite a parenti e amici ma nel rispetto del coprifuoco: nei giorni di festa «nelle zone interessate dalle restrizioni, gli spostamenti verso altre abitazioni private abitate saranno possibili solo una volta al giorno, tra le ore 5.00 e le 22.00, restando all’interno della stessa Regione». Il provvedimento consente gli spostamenti per visite private -a parenti o ad amici- ad un massimo di due persone “che potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone con disabilità o non autosufficienti conviventi”.

  • ATTIVITA’ FISICA

E’ consentito passeggiare e praticare sport all’aria aperta purché in forma individuale e non lontano dalla propria abitazione. Chi fa jogging o va in bici può uscire dal Comune.

  • PIC NIC e GITE FUORIPORTA

Sono assolutamente vietati pic nic e gite fuoriporta, diffusa consuetudine nel Lunedì dell’angelo.

  • NEGOZIE e CENTRI COMMERCIALI

Rimangono regolarmente aperte farmacie, alimentari, edicole, tabaccai e gli esercizi commerciali che vendono prodotti necessari. Chiusi negozi di abbigliamento, calzature, gioiellerie, mobili. Anche i centri commerciali sono chiusi ma devono permettere l’accesso alle attività consentite dall’ultimo Dpcm.

  • BAR e RISTORANTI

Nei bar è consentito l’asporto fino alle 18, nei ristoranti fino alle 22. È sempre consentita la consegna a domicilio. In Puglia l’asporto è consentito «soltanto su prenotazione».

  • VIAGGI

Si può raggiungere l’aeroporto anche fuori regione per viaggi turistici, ma chi va all’estero al ritorno dovrà stare in isolamento fiduciario. La quarantena dura cinque giorni per chi è stato in un Paese dell’Unione Europea, quattordici giorni per chi è andato fuori dall’Unione Europea, nel Regno Unito e in Austria. Si potrà uscire alla fine dell’isolamento dopo aver fatto un tampone con esito negativo.

  • RICONGIUGIMENTI FAMILIARI

Le coppie conviventi o spostate possono ricongiungersi solo se il luogo scelto per il ricongiungimento coinciderà con quello in cui si ha la residenza, il domicilio o l’abitazione. I genitori separati possono raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé, sono consentiti anche tra Regioni e tra aree differenti.

  • MUSEI, CINMENA e MOSTRE

Chiusi.

Chi viola i divieti rischia una multa da 400 a 1.000 euro ridotta a 280 euro se si paga entro 5 giorni.

 Rimane obbligatorio l’uso corretto della mascherina che devo coprire naso e bocca sia all’aperto che nei luoghi pubblici al chiuso.

E’ obbligatorio mantenere sempre il distanziamento di almeno 2 metri gli uni dall’altri. 

 

Fonte: Corriere della Sera

Foto: Riproduzione riservata.

Written by:


Previous post

News

P40, il menestrello che racconta il Salento nella sua musica

“P40, sona, cunta e canta!”. È questa la frase che più riassume la musica di Pasquale Quaranta, in arte P40, il cantastorie per eccellenza del Salento. È lo stesso artista a raccontarsi nell’intervista andata in onda nel programma A Sud condotto da Giovanna Ciracì. Un musicista a tutto tondo, sempre accompagnato fedelmente dalla sua chitarra che, come egli stesso afferma, può essere considerata al pari di una consorte, fedele sin […]

today 16

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


CONTATTI

0%