play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
chevron_left
  • cover play_arrow

    ASCOLTA LA DIRETTA

News

«E una rima non arriva se ci penso»: Aemme e i versi a ritmo di rap che conquistano la Puglia e Virgin Records

today 42 4

Background

di Fabiola Astore

 

«Flashback, ho amato il rap da quindicenne         

 E una rima non arriva se ci penso

E se ci pensi troppo, non arriva come il sesso

Come quella tipa figa che non mi voleva

Che mi tremavano le dita e lе mangiavo a cena…»

Sono i primi versi di Vita Mia, ultimo singolo di Aemme, all’anagrafe Alessandro Muscogiuri, giovane rapper emergente ospite il 14 marzo scorso ai microfoni di PUNTOSUDWEEKEND, il buongiorno della domenica condotto da Mimmo Astore.

Ha da poco compiuto 18 anni Alessandro ma è già conosciuto nel territorio pugliese per il suo talento e le sue rime taglienti e vere, come la vita, e con le quali ha affascinato i manager della Virgin Records, nota casa discografica.

Alla domanda Come ti sei avvicinato al rap? Aemme risponde così:

«Ho sempre amato la musica e da piccolo ho studiato pianoforte ma mai avrei pensato che mi sarei avvicinato al rap; è successo dopo un periodo buio della mia vita, quando mi sono reso conto che fare rap mi avrebbe permesso di esprimere appièno i miei pensieri e le mie emozioni. È stato un modo per sentirmi libero e non ho più smesso».

Di strada ne ha già percorsa tanta in effetti: ha partecipato e vinto svariati contest tra cui il Tour Music Fest nel 2018 raggiungendo il primo posto nella categoria rapper e il contest promosso da Don Joe e Canova con cui collaborerà poi nella produzione del suo primo singolo Fulmini.

Lo scorso 28 ottobre ha pubblicato in formato digitale il brano 8, che si è rivelato una scommessa vinta da Aemme e dal suo produttore Nuzzle, Cataldo Nuzzolese, di ritmare insieme la musica techno al rap.

«8» racconta il rapper, «è un pezzo che nasce dalla forte voglia di comunicare il mio dissenso verso un mondo che ogni giorno ci considera dei numeri, dimenticando l’importanza della singolarità».

A seguire videoclip, altro studio, impegno, voce, versi… ed ecco nascere Vita mia.

«E’ un pezzo a cui sono molto legato» racconta «racchiude il percorso che ho intrapreso per diventare la persona che sono oggi.  Un pezzo in cui ho cercato di esprimere al massimo il mio modo di essere e spero che le persone riescano a captarlo un po’ in quelle melodie. Con Nuzzle abbiamo racchiuso nella traccia tutto ciò che entrambi amiamo di più, sia nella tecnica che nella melodia».

Ma quanto può cambiare la vita di un giovane e promettente ragazzo he si avvicina al mondo della musica in maniera così profonda e totalizzante?

«La mia vita è cambiata un bel po’: arrivano delle responsabilità, e tante, al punto che a volte dimentico di avere l’età che ho. Cantare è un mestiere che spinge a metterti costantemente in discussione per poter creare qualcosa e questo ti porta a crescere di più e prima».

Nonostante questo Aemme conserva in sé grande umiltà; si descrive come il più severo dei giudici con se stesso: «sono la persona più autocritica del mondo e tendo sempre molto a mettere in discussione quello che faccio e tuttora non ho ancora capito quanto io sia portato per il rap; lo faccio perché mi piace. Lascio agli altri il giudizio sulle mie canzoni».

Nel cassetto tanti sogni e tanti progetti in corso per questo ragazzo così tenace.

E come dice Fabrizio Tarducci, alias Fabri Fibra, uno degli artisti a cui Aemme si ispira da sempre «Secondo me il senso della vita è cercare di portarsi a casa più bei momenti possibili, perché la vita è piena di brutti momenti e quelli belli ti servono a darti forza».

Dopo aver ascoltato le sue parole, sentito la sua musica e provato a interpretare i suoi versi a ritmo di rap possiamo solo augurare ad Alessandro che il suo percorso sia pieno di successi, certi che un giorno si trasformeranno per lui nei più importanti e preziosi ricordi a cui potrà ispirarsi.

 

Per riascoltare l’intervista ad Aemme vai nei Podcast del sito.

Fonte: servizio “Aemme, da Ruvo il rapper che piace alla Virgin”, redazione TGR Puglia.

 

 

 

Written by:


Previous post

News

Sanremo, Maneskin: “Abbiamo fatto la rivoluzione”

Sanremo, Maneskin: “Abbiamo fatto la rivoluzione” 7/03/2021 Dedichiamo la vittoria al prof che diceva di stare zitti e buoni. “Abbiamo fatto la rivoluzione”: con questo post, sui social, i Maneskin, vincitori della 71esima edizione del Festival di Sanremo, hanno salutato il primo posto sul palco dell’Ariston.

today 7 1

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


CONTATTI

0%